Dalla riabilitazione alla performance

DESCRIZIONE

Nel corso degli anni l’allenamento per gli sportivi di alto livello è cambiato totalmente: da un allenamento specifico per aumentare la forza o la velocità di un singolo muscolo, a movimenti sempre più dinamici che coinvolgono più capacità. Gli strumenti che vengono utilizzati sono cambiati notevolmente: da macchinari altamente specifici e monoarticolari; tools di nuova generazione quali bastoni, kettlebell, elastici, copertoni, scalette e palle mediche.[expand title=”Leggi Tutto”]

L’evoluzione non ha colpito solo l’attrezzatura ma anche il concetto di palestra, dove possiamo osservare nuovi spazi liberi con pesi rack e corsie per sviluppare i differenti lavori atletici. Questo modello, importato dall’America, ha permesso lo sviluppo di nuove idee e proposte di lavoro al fine di migliorare il condizionamento fisico, di implementare la fase di rieducazione funzionale e di poter permettere un più rapido ritorno alle attività di campo per gli atleti.

All’interno del percorso di crescita, il Team di Atlas offre una valutazione congiunta delle capacità fisiche di base dell’atleta, secondo una nuova idea edita dal FCS, una valutazione della stabilità e delle disfunzioni motorie o di mobilità secondo l’SFMA, ed uno screening delle capacità fondamentali di movimento dell’atleta FMS. La valutazione è fondamentale per avere un quadro di lavoro dell’atleta, per rieducare al gesto motorio mancante quegli atleti non preparati e per inserire nuovi pattern di movimento utili all’atleta da riportare poi nella pratica quotidiana di lavoro. L’obiettivo del lavoro in Atlas è permettere all’atleta di sviluppare il suo potenziale, cercando di ridurre gli infortuni e se ha subito un infortunio di essere riportato al return to play in maniera ottimale e senza recidive.[/expand]